286design

Seminario Web Designer Freelance: la mia storia

Ci risiamo: per la seconda volta il team di Your Inspiration Web organizza la seconda edizione del Seminario Webdesigner Freelance. Un seminario che nella sua prima edizione ha conquistato l’approvazione dei partecipanti, e il rammarico di molti che non sono riusciti a partecipare.

Io c’ero!

Il seminario di oggi? Un mix di passione, tenacia, fiducia. Dopo un rapporto virtuale, avervi conosciuto di persona è stata un’esperienza bellissima. Oltre al seminario, che ovviamente non trovo termini per descriverlo nel modo migliore, è stato bello conoscere voi e i colleghi di tutta Italia. Bella cena post seminario, bello il clima che si respirava. Ho già detto bello??? 😀 Spettacolo allo stato puro, investimento che sicuramente porterà i suoi frutti.

Questo è stato il mio commento alla fine della giornata. Un commento carico di significato e di passione. Sono tornato a casa motivato, e, cosa molto importante, senza dubbi e paure.

Perché partecipare?

Per entrare in contatto con professionisti affermati in campo nazionale e internazionale, scoprire i loro metodi di lavoro, come ragionano e come si comportano in determinate circostanze.

Per conoscere colleghi di tutta Italia, fare networking, creare collaborazioni e conoscere realtà simili alla tua.

Per avere la risposta alle domande e ai dubbi che ti assillano su questioni fiscali, tecniche e professionali.

Per confrontarti, metterti in discussione, porti delle domande e apprendere.

Vuoi sapere la mia storia?

Ho iniziato con i siti web per gioco: lavorando prima a progetti personali, poi a siti per amici e conoscenti, e da li pian piano questo mondo ha iniziato ad appassionarmi sempre di più.

Ho passato gli anni da studente universitario interrogandomi sul mio futuro, sulla carriera da intraprendere, sulle scelte da fare e i rischi ai quali andavo incontro.
Pian piano però, iniziava a farsi strada in me l’idea che fare il web designer fosse la scelta giusta. Ho iniziato a parlare con gli addetti ai lavori, a studiare seriamente, a confrontarmi e a dibattere con gli esperti. Dal confronto sono cresciuto molto, e più mi confrontavo, più avevo voglia di conoscere e sperimentare.
L’occasione che ha radicalmente cambiato il mio modo di vedere le cose, e che mi ha dato la spinta per effettuare il grande salto, è stato il Primo Seminario Web Designer Freelance organizzato da Your Inspiration Web.

Ad essere sincero, non ero mai stato attratto da seminari e robe varie, e per dirla tutta, l’idea di spendere soldi per viaggio, seminario e pernottamento, mi frenava molto. Un giorno invece, di colpo, ho deciso di andare: o la va, o la spacca. Ho prenotato l’aereo, il seminario, e ho cercato dove pernottare (fortunatamente a casa di un amico).
Il giorno della partenza arriva in un lampo, cerco d’immaginarmi come sarà il seminario, e inizio a ripetermi in testa le solite domande: “ma sarò all’altezza…?”, “ma io che ci vado a fare la in mezzo…?”, “la ci saranno sicuramente persone che ne sanno più di me, e io cosa vado a fare?”.
Per tutto il viaggio non ho fatto altro che pensare a questo, ogni occasione era buona per demolire qualsiasi stimolo positivo la mia mente mi proponeva.

Arriva il giorno del seminario…
Entro nella stanza, vedo molti ragazzi, riconosco molte persone che fino al giorno prima avevo conosciuto solo attraverso il loro blog. Mi registro al seminario, e prendo posto.
Iniziano gli interventi dei relatori, tutti molto interessanti. Comincio a prendere appunti, guardando di tanto in tanto anche gli altri partecipanti. Tutti erano attenti, con la penna in mano o con l’ipad, ma soprattutto erano pronti a fare una domanda. Ad ogni intervento seguivano decine di domande, alle quali i relatori rispondevano dettagliatamente.

Man mano che gli interventi si susseguivano, prendevo consapevolezza che ero nel posto giusto, che tutto quello che fino al giorno prima per me era impossibile, adesso è alla mia portata. Durante le varie pause, scambiando quattro chiacchiere con i partecipanti, la paura di essere al posto sbagliato era totalmente svanita, anzi, la fase di networking era la più importante della giornata: un momento dove conosci altre persone, la loro storia, i loro progetti, le loro ambizioni.

cenaseminario2

Alla fine del seminario, dopo una cena con i ragazzi di Your Inspiration Web e altri partecipanti, sono tornato in camera. Avevo mille pensieri per la testa, ero entusiasta della giornata passata in compagnia di tanti colleghi, e di colpo ho deciso cosa fare.

Cosa è successo dopo il seminario?

Non esagero nel dire che il seminario di Nando e company mi ha dato la motivazione necessaria per intraprendere la carriera da Freelance. Quello che prima mi sembrava una spesa inutile, è diventato un investimento su me stesso. Le paranoie sull’inadeguatezza che mi assillavano si sono trasformate in voglia di fare, di crescere e di trovare una strada.

Nel maggio del 2012 ho aperto la 286Design, e dopo quasi un anno, non posso che essere felice di questa scelta.

Ogni giorno inizio nuovi progetti, nuovi lavori; conosco tante persone, stringo collaborazioni in Italia e all’Estero: è un arricchimento continuo.

Perché questo articolo

Il seminario, come hai letto, è stato fondamentale per la mia realizzazione professionale. Ho ritenuto utile fare questo articolo, per tutte le persone che si trovano nella situazione in cui mi trovavo io. Occasioni come queste non devono essere sprecate: io non l’ho sprecata e adesso sono qui a raccontarla!

Tu cosa vuoi fare? Vuoi leggere i racconti degli altri, o vuoi essere tu l’autore dell’articolo?

Per chiudere questa riflessione, ti consiglio la lettura di un bellissimo articolo di Luca Panzarella: O il lavoro, o la vita.

Ciao, ci vediamo al seminario!

About

Mi sono avvicinato al webdesign per gioco, ma poi è diventata una passione e un lavoro. L'aggiornamento costante, al fine di offrire dei prodotti sempre al passo con i tempi, è una mia prerogativa. Metto la passione per il mio lavoro prima di ogni cosa, perchè la reputo l’ingrediente essenziale per soddisfare il cliente nel miglior modo possibile. Un punto fermo? La collaborazione con colleghi di tutta Italia, fonte di scambio delle conoscenze e di arricchimento personale.

8 commenti

  1. Elle Studios

    Interessante. Grazie dell’informazione. Saluti:-)

  2. G.D.Federici

    Sono proprio qua che penso la stessa cosa, anzi approfitto per chiedere un consiglio.
    In realtà io non ho mai “iniziato” (neppure per gli amici), solo studiato un po’ nel tempo libero per passione, ma nell’ultimo anno ho dovuto staccare completamente a causa del lavoro.
    Ora, attratto come sempre dal questo mondo (front-end developer, non design), continuo a leggere il programma e pensare “che non c’azzecco niente con quei nomi che continuo a seguire in rete e sui socila”.
    Dici che il seminario potrebbe essere utile “per schiarirsi le idee”?

    • Caluk

      Ciao G.D.Federici, grazie per il commento. La cosa più sbagliata che tu possa fare, è quella di dire “che non c’azzecchi niente”. Come ho già scritto, anche io pensavo di essere inappropriato, anche io pensavo di essere nel posto sbagliato. La cosa bella del seminario è proprio questa: sei sicuramente nel posto giusto.

      Ti spiego per bene cosa voglio dire: lasciamo da parte un attimo il programma, e concentriamoci sulla fase di networking. Sai cosa vuol dire essere in una stanza dove è riunita la crem de la crem del settore? Sai quanti spunti di discussione interessanti possono nascere?

      Prendi me ad esempio: la mia situazione era quella del classico giovane italiano, che arriva al traguardo della laurea, e poi cerca disperatamente di prendere una strada. Io ho la passione per questo lavoro, quindi facendo la scelta di partecipare al seminario, decido di mettermi in relazione con gli altri.
      Una cosa che ho imparato negli anni, è quella di accettare consigli da persone che hanno esperienza nel settore, e non da chi non capisce nulla di quello che stai facendo. La 286Design è nata grazie alla motivazione che ho avuto dopo il seminario dello scorso anno. Sono sceso carico, senza paure e con tanta voglia di fare.
      Una cosa che mi spaventava era l’apertura della partita IVA, allora alla fine del seminario ho parlato con Micera (che tra l’altro è il mio attuale consulente), e dopo una bella discussione tutti i miei timori sono svaniti.

      La cosa più importante è una: scegliere la strada, e se questa è la tua strada, il seminario è sicuramente il punto di partenza. Lo è stato per me, e sicuramente lo sarà anche per te.

      E come dico sempre a Nando: siamo tutti niubbi, ben venga chi ne sa’ più di noi.

  3. G.D.Federici

    Scusa il ritardo della risposta, come scritto il lavoro prosciuga il tempo.
    Cmq solo per dirti che ci incontreremo a Roma al seminario. 🙂

  4. Guido

    Ciao Caluk! Non capita spesso di leggere un articolo così sincero e appassionato! Son sicuro che avrà incoraggiato tante persone, compreso il sottoscritto! 🙂 Ci vediamo a Roma!
    P.S. Credo potrei osservare il logo 286Design per un quarto d’ora senza stancarmi mai! 😀

    • Caluk

      Ciao Guido, scusa per il ritardo nella risposta. Grazie per il bel commento. Sono contento di aver incoraggiato qualcuno, e sono contento che verrai al seminario. Ti aspetto a Roma 🙂

      P.S. Grazie per i complimenti al logo, anche io ancora non mi sono stancato di guardarlo, di solito dopo un tot di tempo non mi piace più niente ahahah

      Il logo resiste XD

      Calogero

Lascia un commento

Testo del messaggio